Tag: praticare

52 Sfumature di Sè | 25.6 PRATICARE la CURIOSITA’ nelle RELAZIONI

Dopo aver passato la settimana centrati sul corpo, (come è andata? cosa hai scoperto? come è cambiata, se è cambiata, la tua relazione col corpo?) ci apriamo a praticare ed esplorare il luogo del mese – PRATICARE la CURIOSITA’ – spostando il focus sulle RELAZIONI.

Abbiamo già sperimentato questo focus nell’ACCORGERSI, il primo dei nostri luoghi. A gennaio parlavamo di “accorgersi degli altri”, intendo per altri “le persone con cui abbiamo una relazione stretta, – compagn@, figl@, fratelli, sorelle, genitori, amic@ del cuore, colleghi – o più saltuaria e lontana – coinquilini del palazzo, abitanti e negozianti del quartiere, concittadini della città dove viviamo, dove siamo nati, connazionali, gli stranieri qui e nelle loro terre, abitanti del mondo e forse anche degli altri mondi.”

Questo mese porteremo l’attenzione e, soprattutto, la CURIOSITA’ verso tutte le nostre relazioni: le  persone di cui sopra e anche gli altri esseri viventi come gli animali con i quali viviamo (cani, gatti, pesci rossi) o le piante che ci circondano (quelle sul balcone, nel parco, nel marciapiede sotto casa, nel luogo di lavoro).

Come stanno questi esseri viventi con cui condividiamo spazio, tempo, esperienze, vita? cosa gli fa piacere? cosa li rattrista? cosa amano? quanto li conosciamo? da quanto tempo li “frequentiamo”? come passano la giornata? chi si prende cura di loro? di chi si prendono cura a loro volta? qual è il loro nutrimento preferito? di cosa hanno bisogno? cosa possiamo fare a loro e nostro beneficio?

Per realizzare più facilmente la pratica di questa settimana, puoi scegliere un solo essere vivente, o due al massimo, una persona, un animale o una pianta con cui stare in contatto con CURIOSITA’ nei prossimi sette giorni. Osserva cosa accade in te quando pratichi, cosa accade nell’altro, nella relazione. Cambia qualcosa? Come?

Non esitare a scrivere dubbi, domande, esperienze, curiosità via email o whatsapp, ne sarei felice e grata.

Buona settimana di relazioni curiose!

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere

Tag:, , , ,

52 Sfumature di Sè | 24.6 PRATICARE la CURIOSITA’ nel CORPO

Come è stato il tuo ritorno a casa la scorsa settimana? Cosa hai scoperto passando nei luoghi soliti con occhi nuovi? E una volta a casa? Se non hai praticato la curiosità, come è stato tornare a casa nel solito modo?

Questa settimana continuiamo col “ritorno a casa”. Questa volta in maniera intima direi, attraverso il PRATICARE la CURIOSITA’ nel CORPO. Intendo infatti il corpo come casa, l’unica vera casa di tutta la vita. In questo nostro viaggio in 12 luoghi e 52 tappe abbiamo già portato l’attenzione sul corpo nell’ACCORGERSI, il primo dei nostri luoghi, nel terzo l’ACCETTARE e nel quarto, l’ESSERE RICONOSCENTE.

Ora, quasi a metà percorso, torniamo al corpo per praticare la CURIOSITA’. Cosa significa?

Significa accogliere quello che accade nel corpo con occhi nuovi e attenti, come se fosse qualcosa di non conosciuto, proprio come facevamo col tornare a casa la settimana scorsa. Quello che accade nel corpo in ogni istante è qualcosa di meraviglioso, una macchina perfetta che diamo spesso per scontata e che poco conosciamo e meno ancora sentiamo, se non quando urla la sua sofferenza.

Sappiamo tutti che il cuore batte, per esempio. Ma come sperimentiamo il cuore che batte? sentiamo il suo battito? come sta battendo in questo momento? Che ritmo ha? Lo senti?
Come si espande la gabbia toracica quando respiriamo? Si espande anche dietro? Di lato? Quanto può essere grande l’espansione? La senti in questo momento?
Come va giù l’acqua quando beviamo? Si muovono solo le gambe quando camminiamo o il movimento si propaga anche nella parte superiore del corpo? E se si, come? Quanti muscoli ci sono nel piede? quante ossa nella mano?

Insomma questa settimana stiamo in contatto col nostro corpo con curiosità; può essere semplicemente una curiosità sensoriale (cosa sento in questo momento, come sento, dove), cognitiva (come funziona questo o quell’organo, come è fatto un arto e così via), biografico (a che età ho iniziato a camminare, ho gattonato, quando ho avuto il primo/l’ultimo ciclo, quando ha iniziato a crescermi la barba, quando ho avuto la prima carie, cosa ho come mio padre/madre), e ancora tutto quello che la tua curiosità ti porta a scoprire del tuo corpo e di te.

Ti auguri in contatto divertito e interessato col tuo corpo, una settimana di “sacra curiosità” verso la nostra più intima casa. Come sempre ti invito a condividere la tua esperienza contattandomi al 3392422057 o via email emanuela@prospettivag.it.

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere.

 

 

 

 

Tag:, ,

52 Sfumature di Sè | 23.6 PRATICARE la CURIOSITA’ tornando a casa

C’eravamo lasciati la settimana scorsa con questi interrogativi: Cos’è la curiosità? La porta della vita? Una punizione? Una pratica pericolosa tanto da spingerci in trappola? Cos’è? Soprattutto cos’è per te la curiosità?

Come è andata? Sei soddisfatt@ delle tue risposte? Da parte mia, mi piace prendere in prestito le parole di Albert Einstein per illustrare come vedo la curiosità: “La cosa importante è non smettere mai di domandare. La curiosità ha il suo motivo di esistere. Non si può fare altro che restare stupiti quando si contemplano i misteri dell’eternità, della vita, della struttura meravigliosa della realtà. È sufficiente se si cerca di comprendere soltanto un poco di questo mistero tutti i giorni. Non perdere mai una sacra curiosità.”

La “sacra curiosità” dei piccoli e grandi misteri della vita. E proprio nella vita quotidiana andremo a praticare la curiosità per il resto del mese, ogni settimana in un nuovo ambito.

Come suggerisce il titolo iniziamo col praticare la curiosità tornando a casa. Cosa significa?
Ognuno di noi ad un certo punto della giornata (spesso la mattina) esce di casa per andare da qualche parte: al lavoro, a fare la spesa, in palestra, alla lezione di inglese, dal medico, a pranzo/cena fuori, all’Università e così via. Passato un tot di tempo torna a casa. Molto spesso lo fa attivando il “pilota automatico”, cioè con attenzione e presenza minime, quel tanto che basta per arrivare a casa san@ e salv@.

Come sarebbe se invece di lasciare le redini del tragitto verso casa al pilota automatico praticassimo la curiosità? Come potrebbe essere guardare, osservare, interagire con tutto ciò che ci circonda lungo la via del ritorno come se fosse la prima, come se non la conoscessimo e avessimo voglia di scoprirne i segreti? Quale sarebbe lo stato d’animo una volta a casa?

Se sei una delle rare persone curiose che già pratica la curiosità tornando a casa, che ne diresti di continuare a farlo portando contemporaneamente l’attenzione nel respiro?

Sono “curiosa come una scimmia” di sapere come va la settimana. Per favore scrivimi o chiamami qui, se hai voglia anche tu di condividere la tua esperienza. Grazie.

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere.

 

Tag:, , ,

52 Sfumature di Sè | 22.6 PRATICARE la CURIOSITA’

Dopo aver passato il mese di maggio praticando il coraggio, continueremo in giugno con un’altra pratica: la curiosità!

Ti sembra una pratica buffa, strana, inusuale? Oppure qualcosa di naturale, famigliare, conosciuto? Ti incuriosisce praticare la curiosità?

Facciamo un passo alla volta. Prendiamoci questa prima settimana per comprendere cos’è la curiosità?

Secondo la scrittrice Cesarina Vighy, “La curiosità è il motore dell’intelligenza, è una robusta stampella con cui sorreggersi, è la porta della vita“. Per Michel de Montaigne, filosofo francese del 1500, “La curiosità di conoscere le cose è stata data agli uomini come una punizione.” 

Secondo un proverbio:  La troppa curiosità spinge l’uccello nella rete.

Allora cosa sarà mai la curiosità? La porta della vita? Una punizione? Una pratica pericolosa tanto da spingerci in trappola? Cos’è? Soprattutto cos’è per te la curiosità?

Albert Einstein diceva di sé: “Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso.”

E tu? Qual è il tuo rapporto con la curiosità? com’era 10 anni fa? 20 anni fa? durante l’adolescenza? durante l’infanzia?

Come al solito sono lieta (e curiosa eh eh) di conoscere la tua risposta. Puoi utilizzare il mezzo che ti è più comodo.

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere.

 

Tag:, ,

52 SFUMATURE di SÉ | 18.5 PRATICARE il CORAGGIO

Ti do il benvenuto nel 5° luogo del nostro viaggio: PRATICARE il CORAGGIO. Come sempre iniziamo l’esplorazione del nuovo luogo partendo dal suo significato.

Praticare, secondo il dizionario on-line Treccani, significa Mettere in pratica, mettere concretamente in atto.

Per definire il Coraggio prendo a prestito le parole di Umberto Ambrosoli nel suo libro intitolato, non a caso, “Coraggio” e le parole di Gurumayi Chidvilasananda nel suo libro “Courage and Contentment”.

“Coraggio … viene dal latino coraticum, aggettivo che deriva da cor, cordis: cuore. Ed è un moto del cuore, come ci ricordano le immagini e i modi di dire: primo fra tutti quello di chi affronta una situazione di pericolo a “petto in fuori”, esponendo quindi con fierezza la propria parte vitale, quando vulnerabile, al rischio.”  (1) Quello che intendo non è il coraggio di “un atto improvviso di eroismo durante un incendio o in guerra … ( quanto del) coraggio … che respinge la negatività e trasforma le avversità in crescita.”  (2)
E’ il coraggio della vita quotidiana, “è qualcosa che può crescere e maturare durante la vita, man mano che la storia personale si arricchisce di esperienze e dati culturali” (1)
Il coraggio “è una parola semplice eppure allo stesso tempo ha molte sfaccettature. Al suo interno ci sono molte altre qualità: forza, generosità, gentilezza, speranza, amore, apprendimento, accettazione della vita e gratitudine: tutte sono parte del coraggio”  (2).

Per iniziare ad addentrarti nel 5 luogo del nostro viaggio questa settimana puoi stare in compagnia di queste domande e lasciare che le risposte emergano dall’interno.
Cos’è per me il coraggio?
Quando ho espresso il mio coraggio? In quali circostanze?
Come è stato?
Come posso praticare il coraggio?
Chi considero una persona coraggiosa?
Come si comporta?

Buon viaggio nel coraggio!

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere

___________________________
(1) AMBROSOLI, Umberto, Coraggio, Il Mulino – Parole Controtempo, 2015

(2) CHIDVILASANANDA, Gurumayi, Courage and contentment – Siddha Yoga Publication 1999

Tag:, ,