Il Potere delle Donne

Residenziale di arte, natura e movimento
per donne di tutte le età

Se sei una donna è probabile che ti sia posta queste domande, anche più volte nella vita. Credo che se lo chiedano anche gli uomini, in realtà, ma il Residenziale Il Potere delle Donne è rivolto alle donne di tutte le età, con una particolare attenzione per le Under 26.

Se sei un uomo sei benvenuto a continuare a leggere, sappi che Luna Evolution 2.1 e Longevity al Parco sono attività aperte a tutti.

Dunque dicevamo, ti sei mai posta queste domande?

Cos’è il Potere delle Donne?
Ce l’abbiamo tutte?
Ce l’abbiamo dalla nascita o si presenta a un certo punto?
Quando?
Come?
A cosa serve veramente il Potere delle Donne nella vita di ognuna?
Nelle relazioni? Nel rapporto con il Pianeta?
Come possiamo ri-conoscerlo e farci guidare da esso?

Quello che faremo durante il weekend sarà trovare e sperimentare le risposte a queste domande, ognuna per proprio conto e tutte insieme, in un piccolo cerchio, sicuro e protetto, di donne di tutte le età.

Seguendo la traccia di questo proverbio nativo americano, faro della mia professione negli ultimi anni, ripercorreremo la nostra vita di donne.

Al menarca la donna incontra il proprio potere,
nella fase ciclica lo sperimenta,
con la menopausa la donna diventa il proprio potere

Rivisiteremo la nostra prima luna, il primo sangue, portando valore, dignità e consapevolezza a quell’esperienza;
vivremo le diverse peculiarità e archetipi femminili della fase ciclica, con la sua chiamata alla personale e unica pro-creazione;
arriveremo alla menopausa, la seconda primavera, e alla sua preziosa opportunità di diventare finalmente chi siamo.

Sarà un residenziale esperienziale, in cui lasceremo che l’espressione artistica, il movimento corporeo, la natura e l’intimità del gruppo ci sostengano e ci portino all’interno di noi stesse all’incontro con il nostro Potere di Donne.

Informazioni pratiche e prenotazioni per il prossimo residenziale

Il prossimo Residenziale si svolgerà il 14 e 15 agosto 2024 Al di là del Fiume, nelle colline bolognesi

Il Residenziale inizia alle 11 del primo giorno (di solito sabato) e finisce alle 17.00 del secondo giorno (di solito la domenica)
Invia un whatsapp al 3392422057 o scrivi un email a emanuela@prospettivag.it per avere informazioni sui prossimi residenziali in programma.
Se ti interessa un residenziale specifico sulla fase della menopausa vedi anche Il Potere delle Donne SelSagge – L’Arte della Menopausa

L’esperienza di chi ha partecipato

Non che c’è niente di meglio che lasciare la parola a chi ha partecipato di persona al Residenziale per sentire e comprendere meglio di cosa si tratta. Qui trovi alcune testimonianze, le altre sono riportate qui. Se ti senti chiamata e vuoi venire anche tu al prossimo in programma, sei la benvenuta.

“Grazie cara Emanuela per aver accolto l’invito. Grazie per l’esperienza che ci hai permesso di vivere. Con empatia, accoglienza, amorevolezza, delicatezza e sapienza hai tessuto le trame di ciò che ha permesso ad ognuna di noi di ritrovare, rivivere e portare luce su pezzetti di sé, per avviare processi trasformativi e potenziati. Sto ancora elaborando il grande movimento interiore.Mi ritrovo con nuove consapevolezze, nuove strade da esplorare. Mi sento rinnovata e rinfrescata, sento una nuova energia attraversarmi e rafforzarmi nell’espressione e nella consapevolezza dei mie doni. Sono grata a tutte le donne che con coraggio si sono aperte, donate e sono state sorelle premurose e affettuose.“ S.S. da Porto Recanati

Sembravi una stella, eri solo una lampadina! Questo è ciò che pensavo, da tempo, di me, tra alti e bassi.
So che mi avete visto e riconosciuto come stella e per questo … Ringraziare desidero” L.A. da Augliano (Ancona)

“Non me l’aspettavo! Né di partecipare, né di trovarmi a mio agio (Gruppo!!!), né di esserne intimamente arricchita.
Grazie Emanuela. Ho sentito fortemente che fai del bene” D.L. da Campagnano di Roma

“Non me la sento di valutare, anzi intimamente mi darebbe un pò fastidio.
Ti dico come mi sono sentita: all’inizio ero un pò rigida, mi sentivo con un piede fuori dal gruppo, in disparte.
Poi la tua narrazione, le fasi, la progressione hanno risvegliato in me il senso di appartenenza al mondo, a me stessa; e allora nel cerchio c’ero, come individuo indipendente, con un sorriso caldo, rinato e coinvolgente.
Grazie per tutto il cammino, grazie per avermi fatto ritrovare la “mia” luce dorata.
Un abbraccio abbraccioso” A.M. da Milano

Già realizzato a …

Il primo residenziale si è svolto a Sarnano (MC) sabato 16 e domenica 17 settembre 2023.
Ringrazio Sofia Senigagliesi per aver lanciato l’idea, per l’ospitalità e il lavoro prezioso di realizzazione pratica dell’evento.

Il secondo residenziale è stato accolto nella splendida casa d’autore L’Ammonite a Campagnano di Roma venerdì 8 e sabato 9 dicembre 2023.

Vedi qui le immagini dei residenziali svolti finora.

Un residenziale che viene da lontano

Il primo Residenziale “Il Potere delle Donne” si è svolto a Sarnano, nelle Marche, nel settenbre 2023.
Il lato materno della mia famiglia, il lignaggio femminile, viene dalla Marche, dalla provincia di Macerata.
Un lignaggio di donne forti e coraggiose che hanno fatto della famiglia e del lavoro, nei campi prima e nell’ospedale poi, il centro della loro vita. Donne religiose e sane, “carabiniere” diceva qualcuno, con un grande spirito di dedizione e di sacrificio.

Onoro e ringrazio mia madre, mia nonna e tutte le donne che mi hanno preceduto per quello che mi hanno trasmesso e per quello che non mi hanno trasmesso, per la spinta che tutto ciò ha dato alla mia vita nell’andare a cercare vie, proposte ed esempi diversi di femminile.

Spinta che mi ha portato a “Via del Governo Vecchio”, sede storica del femminismo romano degli anni ’70, dove ci riunivamo nei primi cerchi, si chiamavano gruppi di autocoscienza all’epoca, ed ho incontrato temi tabù in casa, dal sesso al piacere, dalla libertà all’uguaglianza. Uguaglianza che, con il tempo, ho scoperto essere un pò una trappola perché in realtà non siamo affatto uguali uomini e donne. È stato un periodo di lotta e ribellione che non rinnego affatto e che, allo stesso tempo, mi ha allontanato da quell’Eterno Femminino che sto scoprendo e vivendo ora, più in là con gli anni.

E poi sono venuti gli anni dello Yoga, della sublimazione, di una visione spirituale “elevata” e poco “kama”, in un’Ananda dell’iperuranio in cui il corpo era sottomesso a posture sempre più complesse, ma mai realmente ascoltato. Non me ne vogliano gli amici yogi e le amiche yoghine, questa è stata la mia esperienza, vista col senno del poi. Un paio di decenni preziosi che mi hanno costruita e riconnessa con il Divino dentro e fuori di me.
Anni importanti che mi hanno visto sposa e madre di due meravigliosi esseri, i migliori Maestri quotidiani che potessi mai avere su questa terra.

Ancora più in là, o meglio più in qua nel tempo, sono arrivate le danze consapevoli, la gioia del movimento, i cerchi di donne alla Luna Piena, la Benedizione del Grembo, la profonda trasformazione della menopausa con una ricerca di senso e di connessione che continua tuttora e che continuerà, ne sono certa e profondamente grata, per tutta la vita.

Counseling artistico, psicoterapia, danze estatiche, intuite, imparate, insegnate e create, corsi e formazioni di tanti tipi imparando e sperimentando strumenti di conoscenza di me e di accompagnamento per l’altro, lettura dell’albero genealogico, costellazioni famigliari, per finire ai recentissimi incontri e residenziale sulla Coppia Sacra, sono la trama di questi ultimi decenni.

Grazie a tutto ciò sto ricordando chi sono, sto imparando ad amarmi e riscoprendo la morbidezza, la grazia, la cura, l’accoglienza, la pazienza, l’accettazione che ho nascosto a lungo dietro corazze e muri sgretolati con gli anni, con il lavoro su di me, le gioie e i dolori della vita.

Ho imparato anche ad usare la spada di luce per tagliar via quello che mi impedisce di evolvere e lasciar brillare la mia unica Luce, in un continuo processo di evoluzione che mi appassiona e mi rigenera, letteralmente.

Sono stata particolarmente felice e grata di tornare nelle Marche, proprio in provincia di Macerata, con il primo Residenziale ”Il Potere delle Donne”. È stato per me un omaggio alla terra delle Madri, terra di Sibille e di Templari, terra da cui ho ricevuto la vita e a cui avevo il desiderio di donare quello che sono ora con umiltà, gioia e professionalità.

Alla vigilia di una nuova svolta (*) nell’offrire il mio lavoro di accompagnamento all’evoluzione, quel primo residenziale è stata anche la chiusura di un cerchio trentennale e l’apertura di una nuova via che ha il profumo di futuro e contemporaneamente di molto antico, una preziosa benedizione per me e per tutte le donne partecipanti.

Un piccolo passo verso la Gioia di Essere Donna

(*) vedi Le C’Arte della Menopausa pubblicate nell’aprile 2024

Tutte le reazioni:31Loredana Masini, Eleonora Masini e altri 29

, , , , , ,
Articolo precedente
Cosa hanno in comune Maria Maddalena e la menopausa?
Articolo successivo
Longevity al parco
Menu