Quand’è l’ultima volta che hai giocato a Bubu 7te? Sai che probabilmente non hai mai smesso di giocarci?
Che ne dici di giocare di nuovo insieme?

Cos’è bubu 7te? Ma dai! Non l’hai mai giocato? Non ci credo, ti spiego comunque la versione più classica del gioco.
Se la conosci già vai direttamente a Perché si dice bubu settete.
E se sai anche quello, fai un altro salto e vai a settete o 7te?
Se proprio hai fretta vai a Abbiamo continuato a giocare a bubu 7te

Il classico bubu 7te!

È un gioco che si fa con bambini piccoli, già dai primi mesi.
Nascondi il volto dietro le mani, dicendo, meglio se con un tono basso, “Bu buuuuuu…!” Aspetti qualche istante per creare un po’ di trepida attesa. Poi, di colpo, togli le mani esclamando: “Settete!” con un’espressione sorridente e giocosa. Puoi ripetere il gioco 3/4 volte, prima che il bimbo si stanchi. È probabile addirittura che il bimbo ti chieda di continuare, tanto si è divertito.

Con questo antico gioco, oggetto di diversi studi psicologici, il bimbo impara che la mamma (o il gioco nascosto dietro una barriera) può “scomparire” o non essere sempre presente, ma poi riapparire.

Percé si dice bubu settete?

Si presume sia legato alla parola tramandata dagli antichi Etruschi, “BU, utilizzata per intimorire il bambino in quanto la sua pronuncia ricorda il frastuono di un tuono o di un’esplosione. Usiamo per esempio “buu” come voce di un fantasma per spaventare o “boom” per simulare un’esplosione.
Mentre la parola “Settete” è composta dalla vocale “E” ripetuta 3 volte, con l’ultima che si protrae per qualche secondo in più. Quest’ultime risultano essere più semplici ai bambini neonati, sembrerebbe rassicurarli e divertirli.

settete o 7te?

Si potrebbe pensare che 7te sia un abbreviazione come negli SMS. In realtà lo scopo non è risparmiare nello scrivere, quanto piuttosto dare risalto al numero 7. E questo per una serie di motivi, che elenco qui di seguito dal grande al piccolo. Tanto, come ci insegna Ermete Trismegisto “Come sopra – così sotto, come sotto – così sopra. Come dentro – così fuori, come fuori – così dentro. Come nel grande – così nel piccolo.”.

– 7 rappresenta ogni forma di scoperta e conoscenza, è la ricerca mistica.
– 7 per i pitagorici era il simbolo della totalità e dello spazio
– 7 sono i giorni in cui Dio creò il mondo, i vizi e le virtù capitali, i cieli creati da Dio secondo il Corano
– 7 sono i colori dell’arcobaleno, i giorni della settimana, i chakra nel corpo, le note musicali, le meraviglie del mondo
– 7 i colli e i re di Roma
– 7 è la somma dei numeri di questo 2023 appena nato 2+0+2+3=7
– 7 è il giorno in cui sono nata in un anno che finisce per 7, più o meno alle 7 di mattina.

Cosa c’entra tutto questo col gioco dei bambini?

Abbiamo sempre continuato a giocare a bubu 7te

Qualche giorno fa ho avuto questa ispirazione. Forse ti sembrerà strana.
Io credo che in un certo senso per tutta la vita abbiamo continuato a “giocare” a bubu 7te con delle parti di noi. Nascondiamo spesso a noi stessi, e cerchiamo di farlo anche con gli altri, quelle parti che non ci piacciono. Le nascondiamo dietro le storie che ci raccontiamo per giustificarci e per dare la colpa agli altri di qualche comportamento che non ci piace. Salvo poi a ritrovarcele davanti quando meno ce l’aspettiamo-

O peggio ancora, e molto più spesso di quel che pensiamo, la parte con cui “giochiamo” a bubu 7te, quella che più di tutte non vogliamo vedere, è proprio la più luminosa, quella più connessa a qualcosa di più grande da dove veniamo. “E’ la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. recita una magnifica poesia di Marianne Williamson, che viene spesso erroneamente attribuita a Nelson Mandela (leggi di più qui)

Ecco direi che è tempo di smetterla di giocare a bubu 7te con la nostra luce e che impariamo, così come fanno i bambini con la madre, che la nostra luce è sempre lì. Impariamo a togliere le mani da davanti agli occhi e a lasciarci brillare!

Cos’è dunque bubu 7te?

Bubu 7te è un gioco
che faremo insieme
ogni 7 del mese
alle 7 di mattina
a partire dal 7 febbraio,
per una mezz’oretta,

per imparare insieme a vedere, contattare e restare in contatto con la nostra meravigliosa luce per la nostra evoluzione e quella dell’Umanità e della Terra. Ci aspettano tempi in cui avremo bisogno di tutta la nostra luce e la nostra consapevolezza. Aiutiamoci con leggerezza e costanza a farlo.

Ti aspetto ogni 7 del mese a partire dal 7 febbraio.

Per partecipare

Questo è il link per partecipare https://us02web.zoom.us/j/86240017979?pwd=OGxYVGtNR1JnRnBZZ3BQY1g5RlRzZz09 ID riunione 862 4001 7979 passacode bubu7te.

Un piccolo passo verso la gioia di essere.

, , ,
Articolo precedente
METAPAUSA, l’arte della menopausa
Menu