11. Nutrimento | 21 parole per la nuova Umanità

Il nostro viaggio nelle 21 parole per la nuova Umanità lascia l’Imperfezionista per entrare nel Nutrimento, l’undicesima parola con la quale oltrepassiamo la metà del percorso iniziato a luglio con Semplicità, a cui sono seguite Fiducia, Amore, Coraggio. Gioia, Presenza, Mudita, Respiro, Dharma e Imperfezionista. Incontriamo sempre la nuova parola attraverso il suo significato, o meglio le varie accezioni del suo significato tratte dalla Treccani online.

Significato

Nutrimento (ant. nudriménto, nodriménto, notriménto) s. m. [dal lat. nutrimentum]. – 1. a. L’atto, il fatto di nutrire o di nutrirsi, di somministrare cioè ad altri o a sé gli alimenti necessarî:  b. Più spesso, in senso concr., ogni sostanza, di origine animale o vegetale, o anche minerale, che fornisce all’organismo umano e animale, e alle piante, i principî alimentari indispensabili alla vita, allo sviluppo e al mantenimento delle diverse funzioni (sinon. quindi generico di ciboalimento, ma usato solo al sing.):  c. Il fatto stesso di assorbire o di far assorbire, attraverso gli alimenti, tali principî, soprattutto con riferimento alla quantità e al potere nutritivo (con questa accezione, si usa di solito senza articolo): 
2.estens. e fig. a. Il fatto di alimentare, di fornire materia allo svilupparsi sia di fenomeni fisici, sia di sentimenti, e il mezzo stesso, la materia che dà alimento b. Quanto contribuisce ad arricchire le facoltà spirituali e intellettuali, e l’effetto che ne deriva.

Origine

Dal latino. nūtrĭo, nūtrīre (nutrire, alimentare, allevare, allattare un fanciullo, mantenere; in senso figurato, educare, far durare, far crescere, coltivare).
Deriva dal greco ἀνατρέφω (allevare, nutrire, suscitare) composto da ἀνὰ (in alto, verso l’alto) e τρέφω (alimentare, allevare, mantenere, nutrire).
Le radici sanscrite della parola sono NA e NU da cui derivano SNĀ e SNU (a contatto con l’acqua, bagnarsi, galleggiare, fluire, essere umido, nuotare, navigare, colare, stillare, emettere fluido, latte prodotto, scorrere, latte che sgorga dal seno della nutrice).
Dalle radici sanscrite NA e AN (respirare, muovere, vivere, andare), deriva la parola an+na → anna = nutrimento, cibo o vettovaglie, cibo in senso mistico, acqua, terra, Vishṇu.

Sulla parola

Il nutrimento di cui scriviamo qui è qualcosa di più ampio del semplice mangiare. E’ ciò che favorisce, sostiene, cura, dona forza, vigore alla Vita del corpo, delle emozioni, della mente, dell’anima, dello spirito.

Nell’induismo An-na-purna (parola che ha la stessa radice di nutrimento) rappresenta uno degli aspetti della Devi, è la dea che “offre il cibo”, e viene venerata come la Madre Divina, colei che può fornire il nutrimento illimitato sia materiale che spirituale a tutti gli esseri umani. Detta anche dea del pane quotidiano e del nutrimento. Annapurna ha dato il nome a una delle montagne più alte del mondo, che con i suoi numerosi torrenti nutre i campi e i pascoli delle valli sottostanti.

In ebraico la radice verbale hanan significa favorire o concedere la grazia.

E’ proprio in questo senso ampio e totale di grazia, di abbondanza, di favorire e sostenere a 360° la vita dell’Essere umano che la parola Nutrimento entra a pieno titolo fra le 21 per la nuova Umanità. E allora ecco alcune domande che ci aiutano a portare il focus sul Nutrimento quotidiano.

Alcune domande

Cosa ti nutre?
Cosa nutre il tuo corpo?
Cosa nutre la tua mente?
Cosa nutre le tue emozioni?
Cosa nutre i tuoi pensieri?
Cosa nutre la tua anima?
Quale nutrimento ti dai oggi?

Dove vedi la bellezza nel mondo?
Come ti lasci nutrire da essa?
Come puoi condividere quel nutrimento e portarlo là dove occorre?

, , , ,
Articolo precedente
10. Imperfezionista | 21 parole per la nuova Umanità
Articolo successivo
12. Fragilità | 21 parole per la nuova Umanità
Menu